05/02/2013 – Karenina – Prove aperte di infelicita’

Print Print


Teatro Vascello-Karenina  Prove aperte di infelicitIl talento di Sonia Bergamasco, capace di farsi vero e proprio strumento narrativo, conduce il pubblico – con lacuta e preziosa complicit di Giuseppe Bertolucci nellesperienza di un mistero creativo.

Un pianoforte, unattrice, le note di Čajkovskij , le parole di Tolstoj. Emanuele Trevi e Sonia Bergamasco si sono messi a giocare attorno a questi elementi primari con la leggerezza e linnocenza (e la sapienza) di due bambini sulla spiaggia e hanno costruito un bellissimo castello di sabbia, fragile e intenso, al quale mi sono avvicinato facendo attenzione a non rovinare quella piccola meraviglia. La marea della messa in scena salita, le onde hanno coperto tutto, ma miracolosamente il castello rimasto in piedi: la voce e il corpo di Sonia hanno costruito fondamenta e mura impalpabili e indistruttibili, cementate da un talento raro, verso il quale mi sento di provare prima ancora che ammirazione una sorta di stupore, venato di riconoscenza e di gratitudine, come avviene quando ricevi un dono.

Giuseppe Bertolucci

Karnina un congegno sofisticatissimo: si svolge in un buio intimo, intorno e su un pianoforte a coda, e vive sulla fisicit morbida di Sonia Bergamasco. A piedi nudi, un esile abitino, si d con leggerezza, innocenza, forte di una sapiente tecnica vocale e musicale (suona anche il piano), guidata dal regista Giuseppe Bertolucci con la delicatezza di un cerimoniale. Un gioiellino: che restituisce allo spettatore sentimenti che si ripresentano a noi intatti

Anna Bandettini

Source Article from http://www.info.roma.it/evento_dettaglio.asp?eventi=23802

Category : Eventi

Comments are closed.