12/01/2013 – and#268;ajkovskij – Una vita. Un destino

Print Print


Accademia Nazionale di Santa Cecilia-Čajkovskij - Una vita. Un destinoE stata unautentica rivelazione, quando un giorno prima ha dovuto sostituire un pianista del calibro di Radu Lupu. E Saleem Abboud Ashkar che nel concerto di dicembre scorso ha affrontato limpegnativo Concerto n. 1 di Ludwig Van Beethoven, una sorta di improvvisa prova del fuoco che anticipava la sua annunciata presenza sabato 12 gennaio (ore 18, repliche luned 14 ore 21 e marted 15 ore 19.30) sulla scena di Santa Cecilia per proporre, questa volta, il beethoveniano Concerto n. 2.
Nato a Nazareth nel 1976, Ashkar ha debuttato a soli 22 anni alla Carnegie Hall per poi suonare con le pi importanti orchestre al mondo quali la Filarmonica di Vienna, la Filarmonica Israeliana, la Sinfonica di Chicago, la Filarmonica della Scala, la Gewandhaus Orchestra di Lipsia, lOrchestra Sinfonica di Berlino, lOrchestra Sinfonica di Londra, lOrchestra Sinfonica della Radio di Berlino, lOrchestra del Maggio Musicale Fiorentino, lOrchestra Sinfonica della Nuova Zelanda, lOrchestra del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo e lOrchestra Reale Danese.

Ma un altro beniamino del pubblico romano torna, questa volta nelle vesti di direttore, ruolo che affianca a quello di violinista di successo, Nikolaj Znaider che oltre al Secondo Concerto di Beethoven, affronter in apertura una delle pagine pi famose e belle di Gyrgy Sndor Ligeti, Ramification, lavoro scritto tra il 1968 e il 69 dal compositore di nascita ungherese scomparso nel 2006 e in chiusura uno degli esempi della pi grande tradizione sinfonica, ovvero la Sinfonia n. 4 di ─îajkovskij.


Nikolaj Znaider non solo uno dei pi grandi violinisti dellattuale panorama musicale ma si sta dimostrando anche uno degli artisti pi versatili della sua generazione, unendo il talento da solista a quello di direttore dorchestra e musicista da camera.

Nikolaj Znaider stato invitato da Valery Gergiev a ricoprire il ruolo di Primo direttore ospite dellOrchestra Mariinsky di San Pietroburgo per una serie di produzioni delle Nozze di Figaro e alcuni concerti sinfonici. Viene inoltre regolarmente invitato come Direttore ospite dalla London Symphony Orchestra, Staatskapelle di Dresda, la Filarmonica di Monaco, la Filarmonica Ceca e la Filarmonica di Los Angeles, lOrchestre Philharmonique de Radio France, la Russian National Orchestra, la Hall Orchestra, lOrchestra della Radio Svedese e lOrchestra Sinfonica di Gteborg. Per la stagione 2011/2012 Nikolaj Znaider Artist in Residence della Staatskapelle di Dresda e la stagione 2012/2013 lo vedr debuttare con lOrchestra del Concertgebouw di Amsterdam e lOrchestra dellAccademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, oltre che con la Sinfonica di Pittsburgh.

In qualit di solista, Nikolaj Znaider viene regolarmente invitato ad esibirsi con le pi prestigiose orchestre e sotto la guida di direttori del calibro di Daniel Barenboim, Sir Colin Davis, Valery Gergiev, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Christian Thielemann, Mariss Jansons, Charles Dutoit, Christoph von Dohnnyi, Ivan Fischer e Gustavo Dudamel. Si esibisce in recital e musica da camera in tutte le pi rinomate sale concertistiche del mondo. Nella stagione 2012/2013, lOrchestra Sinfonica di Londra presenter un Artists Portrait a lui dedicato, in occasione del quale si esibir in due concerti con Sir Colin Davis, condurr un vasto programma sinfonico e suoner musica da camera insieme ai solisti dellorchestra.

Nikolaj Znaider registra in esclusiva per la RCA RED SEAL; la sua incisione pi recente il Concerto per violino di Elgar con la direzione di Sir Colin Davis e la Staatskapelle di Dresda. Le sue incisioni dei Concerti per violino di Brahms e Korngold con la Filarmonica di Vienna e Valery Gergiev, i Concerti di Beethoven e Mendelssohn con Zubin Mehta e la Filarmonica Israeliana, i Concerti di Prokofiev e Glazunov con Mariss Jansons e la Bayerisches Rundfunkorchester hanno vinto numerosi premi e raccolto i favori della critica, proprio come la pubblicazione delle opere complete per violino e pianoforte di Brahms eseguite insieme a Yefim Bronfman. Nikolaj Znaider ha registrato per EMI Classics i Trii per pianoforte di Mozart con Daniel Barenboim e i Concerti di Nielsen e Bruch con la Filarmonica di Londra.

LArtista svedese molto impegnato in progetti mirati alla formazione dei giovani talenti e per dieci anni stato fondatore e Direttore Artistico della Nordic Music Academy, un campo estivo annuale indirizzato ad una crescita musicale consapevole basata sui criteri di qualit e impegno.

Nikolaj Znaider suona il violino Kreisler Guarneri del Ges (1741) prestato per gentile concessione del Teatro Reale Danese e grazie alla generosit della VELUX FOUNDATIONS e della Knud Hjgaard Foundation.


Saleem Abboud Ashkar

Saleem Abboud Ashkar ha debuttato alla Carnegie Hall all’et di ventidue anni e da allora ha collaborato con molte delle pi importanti orchestre del mondo, quali la Filarmonica di Vienna, la Filarmonica Israeliana, la Sinfonica di Chicago, la Filarmonica della Scala, la Gewandhaus Orchestra di Lipsia, lOrchestra Sinfonica di Berlino, lOrchestra Sinfonica di Londra, lOrchestra Sinfonica della Radio di Berlino, lOrchestra del Maggio Musicale Fiorentino, lOrchestra Sinfonica della Nuova Zelanda, lOrchestra del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo e lOrchestra Reale Danese.

Saleem Abboud Ashkar si esibisce regolarmente con direttori del calibro di Zubin Mehta, Daniel Barenboim, Riccardo Muti, Lawrence Foster, Bertrand de Billy, Philip Jordan, Nikolaj Znaider e Ludovic Morlot. Dopo un esordio di grande successo con Christoph Eschenbach e lOrchestra della Radio di Amburgo, Saleem Abboud Ashkar stato invitato nuovamente a suonare il Concerto di Schumann con l’Orchestra Sinfonica di Dusseldorf nel giugno 2010 in occasione del bicentenario della nascita del compositore tedesco. Inoltre, ha collaborato con la Gewandhaus Orchestra di Lipsia e Riccardo Chailly per una lunga tourne in cui ha eseguito il Primo Concerto per pianoforte di Mendelssohn. Il successo di tale tourne, realizzata in occasione del bicentenario della nascita del compositore tedesco e che ha incluso anche esibizioni ai Proms e al Festival di Lucerna, valso a Saleem Abboud Ashkar una serie di ulteriori collaborazioni con Riccardo Chailly nelle stagioni successive e linvito a registrare insieme per Decca nella stagione 2012/2013.

Tra le apparizioni della stagione attuale e di quelle future figurano, quindi, i debutti con lOrchestra dellAccademia Nazionale di Santa Cecilia, con lOrchestra Filarmonica della Scala, con lOrchestra Filarmonica Ceca e, su invito di Pinchas Zukerman, con la National Arts Centre Orchestra di Ottawa.

Intensamente impegnato in recital ed esibizioni di musica da camera, Saleem Abboud Ashkar appare regolarmente nelle sale concertistiche pi prestigiose del mondo quali il Concertgebouw, la Wigmore Hall, il Mozarteum di Salisburgo, il Musikverein di Vienna, il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e nella citt di Firenze; partecipa inoltre ai pi importanti Festival quali il Festival di Salisburgo con la Filarmonica di Vienna, i Proms con la Gewandhaus Orchestra di Lipsia, il Festival di Tivoli con la Filarmonica Israeliana e Zubin Mehta, nonch ai Festival di Lucerna, Ravinia, Risr, Mentone e al Festival Pianistico della Ruhr.
Saleem Abboud Ashkar collabora con artisti del calibro di Daniel Barenboim, Nikolaj Znaider e Waltraud Meier.

Saleem Abboud Ashkar ha studiato presso la Royal Academy of Music di Londra con Maria Curcio e con Arie Vardi al Conservatorio di Musica e Arti Drammatiche Hannover.

Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia
Sabato 12 gennaio ore 18 – Luned 14 gennaio ore 21
Marted 15 gennaio ore 19.30

direttore Nikolaj Znaider
pianoforte Saleem Abboud Ashkar
Ligeti, Ramifications
Beethoven, Concerto n. 2 in Si bemolle maggiore op. 19 per pianoforte
Cajkovskij, Sinfonia n. 4 in fa minore op. 36

Source Article from http://www.info.roma.it/evento_dettaglio.asp?eventi=24458

Category : Eventi

Comments are closed.