28/02/2013 – Pier Francesco Mola, Materia e colore nella pittura del ’600

Print Print


Accademia Nazionale di San Luca-Pier Francesco Mola, Materia e colore nella pittura del 600Dopo la monografia di Richard Cocke del 1972, la retrospettiva di Roma e Lugano del 1989#1990, gli studi su Pier Francesco Mola (Coldrerio, Canton Ticino 1612 Roma 1666), hanno registrato significativi progressi che limponente monografia documenta in maniera esaustiva, anche nellambito della conoscenza della sua bottega e dei numerosi seguaci. Allievo del Cavalier dArpino, dopo vari spostamenti per lItalia, nelle botteghe dellAlbani e del Guercino, il Mola torn definitivamente a Roma nel 1649.

Abile disegnatore, mordace caricaturista, si ciment in tutti i generi, eseguendo opere da quadreria di soggetto sacro e profano, affreschi e ritratti. Il favore goduto presso casate papali come i Pamphilj e i Chigi, la protezione di Cristina di Svezia, oltre alle commissioni ottenute da altre importanti famiglie come i Costaguti, i Colonna, gli Omodei, testimoniano il consenso ottenuto, culminato con lelezione a Principe dellAccademia di San Luca nel 1662. La fama del Mola testimoniata dal pittore di nature morte Abraham Brueghel il quale, alcuni anni
dopo la sua scomparsa, afferm: qui ha lasciato fama del primo Pictor dItalia. La sua vasta bottega, la considerevole quantit di copie di sue opere che circolano ancora sul mercato, presenti in raccolte pubbliche e private, linflusso esercitato su generazioni di pittori fino all’ Ottocento, sono un chiaro riflesso del successo ininterrotto della sua pittura. A riguardo, Delacroix suggeriva ai suoi allievi di copiare Mola, mentre Gainsborough riteneva di non essere capace di dipingere come lui. Anche Turner e Fragonard hanno copiato sue opere.

La presentazione del volume sar accompagnata da una mostra bibliografica sulle pi importanti pubblicazioni della Ugo Bozzi Editore ” Edizioni per la Storia dell’Arte.

Source Article from http://www.info.roma.it/evento_dettaglio.asp?eventi=24797

Category : Eventi

Comments are closed.