sabato 13 gennaio 2018 – h.15.30: Santa Maria in Trastevere, Mosaici di Pietro Cavallini

Print Print

La basilica pu├▓ essere considerata una delle pi├╣ antiche chiese cristiane di Roma e la pi├╣ antica dedicata alla Vergine Maria. Secondo la tradizione, fu fatta edificare da papa Callisto I (217-222) nel luogo in cui, nel 38 a.C., si era verificato un evento prodigioso, ritenuto un presagio relativo al futuro avvento di Cristo: la fuoriuscita di un getto di una sostanza oleosa dalla terra.

Probabilmente in origine si trattava di una “domus ecclesiae”. La vera e propria chiesa venne fatta costruire da papa Giulio I (337-352). Essa venne totalmente ricostruita sotto Innocenzo II (1130-1143). Sub├Č in seguito varie trasformazioni, tra cui quelle promosse da papa Clemente XI (1702) e da Pio IX.

Conserva importanti mosaici medioevali, tra cui risultano di straordinaria importanza quelli absidali realizzati da Pietro Cavallini verso la fine del XIII secolo e che raffigurano episodi della “Vita della Vergine”.

Il portico fu rifatto nel 1702 da Carlo Fontana. L’interno ha la tipica struttura basilicale: tre navate divise da ventuno colonne. Il soffitto ligneo a lacunari fu realizzato su disegno del Domenichino, cui si deve anche “L’Assunta” al centro.

Lungo la navata sinistra troviamo la “cappella Avila” di Antonio Gherardi (1680), un esempio magistrale di arte “tardobarocca”. Tra le tante opere d’arte occorre menzionare una famosa icona mariana risalente forse al VI secolo (ma secondo altri studiosi all’VIII).

Source Article from https://www.info.roma.it/associazione_eventi.asp?ID_evento=182

Category : Eventi

Comments are closed.