sabato 16 marzo 2013 – h.10.30: Horti Sallustiani, L’area archeologica del Rione Sallustiano

Print Print


L'area archeologica del Rione Sallustiano

Gli Horti Sallustiani erano i giardini fatti edificare dallo storico e senatore della repubblica romana Gaio Sallustio Crispo nel I secolo a.C., grazie a fondi ottenuti illecitamente durante la sua propretura in Africa. Il complesso si estendevano in una vasta area nella zona nordoccidentale di Roma, in quella che sotto Augusto sarebbe divenuta la Regio VI.

Uno dei nuclei principali si trovava nella zona dell’attuale piazza Sallustio, a 14 metri sotto il livello attuale e poggianti sulla collina retrostante. La parte princiaple dell’edificio una grande sala circolare (11,21 metri di diametro per 13,28 di altezza), coperta da cupola a spicchi alternati concavi e piani, tipologia molto rara e complessa riscontrata solo nel Serapeo di villa Adriana.

La datazione particolarmente significativa perch ci permette di conoscere gli sviluppi dell’architettura privata imperiale dopo la Domus Augustana, cogliendo le profonde evoluzioni rispetto al modello della Domus Aurea nel corso di poco meno di cinquant’anni.

Testimonianza dell’importanza e della ricchezza degli Horti sono le grandi opere d’arte rinvenute nella zona. Da qui provengono infatti l’obelisco Sallustiano, oggi davanti a Trinit dei Monti ed il suo basamento di granito, oggi nei giardinetti dell’Aracoeli. Tra le opere scultoree, il trono Ludovisi e la grande testa femminile detta “Acrolito Ludovisi“, entrambi al Museo Nazionale Romano,

L’area dove oggi si estendono i resti ha preso il nome di rione Sallustiano.

Source Article from http://www.info.roma.it/associazione_eventi.asp?ID_evento=127

Category : Eventi

Comments are closed.