sabato 2 febbraio 2013 – h.15.30: San Giovanni in Laterano, Arcibasilica del Santissimo Salvatore, Madre e capo di tutte le chiese della cittĂ  e del mondo

Print Print


Arcibasilica del Santissimo Salvatore, Madre e capo di tutte le chiese della citt e del mondo

All’indomani della vittoria di ponte Milvio, l’imperatore Costantino distrusse la Caserma degli Equites singulares (alleati di Massenzio) e donò l’area del Laterano alla Chiesa di Roma. Successivamente, nel 318 edificò in segno di devozione una chiesa dedicata al Salvatore, denominata “basilica aurea” per le sue colonne in marmo numidico. Fu solo all’epoca di Gregorio Magno che acquisì la completa titolazione al Salvatore e ai Santi Giovanni Battista ed Evangelista.

Nel corso dei secoli ci furono varie fasi di restauri e ricostruzioni che definirono l’attuale assetto architettonico e decorativo della basilica:

Alla fine del Duecento quando, per volont di Niccol IV, venne approntata l’altamente significante decorazione a mosaico del catino absidale (ancora riconoscibile iconograficamente a dispetto della demolizione e della ricostruzione dell’intera zona del presbiterio attuate alla fine dell’Ottocento)

Alla seconda met del Trecento, quando, nel corso di una campagna di rinnovamento della basilica devastata da un incendio verificatosi ad apertura di quel secolo, venne realizzato lo splendido ciborio reliquario che tuttora si ammira al centro della crociera;

Alla fine del Cinquecento quando venne approntata ad opera di Giuseppe Cesari, il Cavalier d’Arpino, la sontuosa decorazione a fresco del transetto.

Nella prima metĂ  del Seicento, con la ristrutturazione dello spazio interno compiuta da Francesco Borromini per volontĂ  di Innocenzo X in previsione dell’anno santo del 1650.

Agli anni Trenta del Settecento quando venne messa in opera la nuova facciata progettata da Alessandro Galilei.

Source Article from http://www.info.roma.it/associazione_eventi.asp?ID_evento=71

Category : Eventi

Comments are closed.