venerd├Č 10 marzo 2017 – h.11.00: Palazzo De Carolis Simonetti, Il palazzo di Alessandro Specchi al Corso

Print Print

Il palazzo venne commissionato dal mercante Livio De Carolis, nominato da Benedetto XIII marchesato di Prossedi. Ottenuta agli inizi del Settecento una vasta area con edifici minori di fronte alla Chiesa di San Marcello al Corso, incarica l’architetto Alessandro Specchi di realizzare la lussuosa residenza. L’opera, iniziata nel 1714, assunse l’aspetto definitivo nel 1728 circa. Il neo-marchese chiamando famosi pittori quali Andrea Procaccini, Benedetto Luti, Giovanni Paolo Pannini, Francesco Trevisani, Giovanni Odazzi, Domenico Muratori e Sebastiano Conca.


Gli eredi di Livio, oberati di debiti, nel 1748 furono costretti a venderlo all’asta. L’edificio pass alla Compagnia di Ges, che fece periziare ed inventariare l’immobile dall’architetto Luigi Vanvitelli, affittandolo poi a personaggi illustri. Dal 1830 al 1908 il palazzo, gi sede dell’ambasciata di Francia, fu propriet dei Boncompagni Ludovisi. Il principe Baldassarre Boncompagni vi realizz la sua “Tipografia delle Scienze Matematiche e Fisiche” e vi aveva costituito una ragguardevole biblioteca scientifica, ora dispersa.


Il palazzo fu poi venduto, nel 1908, al Banco di Roma. L’immobile fu quindi ristrutturato per ospitare gli uffici di rappresentanza della Banca, su progetto dell’architetto Pio Piacentini, che realizz il piano attico e adatt diversi ambienti in stile Liberty. Il grande cortile, fu coperto e trasformato in salone dell’agenzia. rimasta intatta la scala elicoidale adorna di colonne doriche binate progettata dallo Specchi su imitazione di quella del Mascherino al Quirinale e del Borromini al Palazzo Barberini.

Source Article from https://www.info.roma.it/associazione_eventi.asp?ID_evento=361

Category : Eventi

Comments are closed.