04/05/2012 – Sal Da Vinci da Scugnizzi a Eā€™cosi’ che giro il mondo

Print Print


Teatro Sistina-Sal Da Vinci da Scugnizzi a Ecos che giro il mondoIl cantautore napoletano torna sulle scene a due anni dalluscita dellalbum Il Mercante di Stelle, il cui omonimo spettacolo teatrale ha riscosso un grande successo di pubblico, e a tre anni dalla partecipazione al Festival di Sanremo (59^ edizione), dove si classifica terzo con il brano Non Riesco a Farti Innamorare.

A maggio il cantautore napoletano SAL DA VINCI sar in concerto a Roma al Sistina con il suo spettacolo Cos Che Giro Il Mondo, anteprima del tour teatrale 2012-2013.

Cos Che Giro Il Mondo, con la regia di Jimmy Pallas, i testi di Vincenzo Incenzo e Pasquale Panella, la produzione artistica e gli arrangiamenti di Adriano Pennino e Sal Da Vinci, sar uno spettacolo ispirato al nuovo album del cantautore napoletano, Cos Che Gira Il Mondo, nei negozi dal 24 aprile.

Dal 23 marzo sar in rotazione radiofonica Fin Dove C Vita, primo singolo che anticipa luscita del nuovo disco di inediti Cos Che Gira Il Mondo.

www.saldavinci.it – www.sdvfanclub.it – www.youtube.it/saldavinciofficial
www.facebook.com/saldavinci – www.twitter.com/saldavinci


Biografia

SAL DA VINCI, pseudonimo di Salvatore Michael Sorrentino, napoletano verace, nasce a New York nel 1969, quando la madre Anna decide di raggiungere il marito, allora impegnato in un tour teatrale nella metropoli americana. Sal ha soltanto sette anni quando, nel 1976, debutta in teatro con una forma di spettacolo prettamente popolare, la sceneggiata, che lo consacra a bimbo prodigio; soltanto due anni dopo recita nel film Figlio mio sono innocente, accanto a Pietro De Vico, Dolores Palumbo, Giuseppe Anatrella, Carlo Taranto, Gennarino Palumbo e al padre Mario da Vinci

Nel 1979 nuovamente protagonista del film Napoli: storia d’amore e di vendetta con Paola Pitagora, Richard Harrison, Nunzio Gallo, e nel 1983 gira il film il Motorino che diventa un vero e proprio cult popolare di quegli anni.

Nei primi anni ottanta teatro e cinema impegnano i giorni di Sal e nel 1987 arriva il ruolo come co-protagonista nel film Troppo forte2 con Carlo Verdone e Alberto Sordi.

Limmenso amore per la musica ha per il sopravvento e nel 1993, Sal da Vinci viene scritturato dalla DISCHI RICORDI per incidere i dischi Sal Da Vinci e Un po di noi. Al suo debutto discografico vince il Festival Italiano di Canale 5 con il brano Vera, che spopola in Sud America, con oltre 4 milioni di copie vendute, sotto il nome di Vida mi Vida, interpretata dal giovane artista argentino Marcos Llunas.

Nel 1995 Sal si esibisce dinnanzi al Papa Giovanni Paolo II: una bellissima versione della Salve Regina in latino, in Eurovisione su RAIUNO dalla conca di Loreto, incanta gli oltre 450.000 giovani presenti.

Nel 1998 arriva il terzo cd firmato dalla EMI, Solo, e il video “Sei divina”, fra i pi trasmessi di quellanno, attrae l’attenzione di Eros Ramazzotti, che invita Sal a prender parte alle iniziative della Nazionale Italiana Cantanti.

Nel 1999 conosce Roberto De Simone che gli affida la parte di protagonista dell’ Opera buffa del Gioved Santo”: un grande ritorno dopo ventanni dal primo debutto con Peppe e Concetta Barra come protagonisti. Lo spettacolo esordisce il 12 Gennaio 2000 al Teatro Metastasio di Prato e rimane in programmazione per oltre 2 anni nei teatri pi prestigiosi dItalia. Il 29 settembre dello stesso anno la MBO pubblica il singolo Vurria saglire in cielo, tratto da un tema melodico, in napoletano arcaico del ‘700, di Roberto De Simone: un vero gospel partenopeo. Nello stesso anno Sal partecipa al programma televisivo Viva Napoli condotto da Mike Bongiorno e vince il Premio Internazionale Videoitalia come migliore interprete e artista pi votato allestero.

Per quattro stagioni teatrali, Marzo 2002 – Febbraio 2007, con ben 600 repliche e 650.000 spettatori, Sal da Vinci protagonista del musical C’era una volta Scugnizzi, di Claudio Mattone e Enrico Vaime, regia e coreografie di Gino Landi, vincitore del premio ETI come miglior musical per l’anno 2003.

Nel 2005 protagonista di Anime napoletane un progetto musico-teatrale ideato e prodotto da Claudio e Tullio Mattone per la Napoliteatro.

Nel 2008, dopo un esaltante tour estivo, ospite fisso del programma Volami nel cuore in diretta il sabato sera su RAIUNO.

Un 2009 ricco di successi e conferme, lavorative e personali, per Sal: il 3posto al Festival di Sanremo con il brano Non riesco a farti innamorare, il debutto al 19 posto nelle classifiche ufficiali di vendita dellalbum omonimo, il trionfo in teatro con Canto per amore con pi di 37.000 spettatori, la lunga tourne estiva Non riesco a farti innamorare tour 2009.

Nel 2010 riceve dal Sindaco la targa della citt come simbolo di stima e affetto da parte di Napoli, affetto confermato dal bagno di folla dello scorso 5 giugno in occasione del suo concerto evento allArena Flegrea.

poi protagonista in Napoli: chi resta e chi parte un omaggio a Giuseppe Patroni Griffi, tratto da Caff di notte e giorno e Scalo Marittimo di Raffaele Viviani, Regia di Armando Pugliese.

Sempre nel 2010 pubblica lalbum Il Mercante di Stelle ed nei teatri con la omonima tourne, poi anche nella versione di successo IO+VOI=NOI.

Per informazioni e contatti

Parole & Dintorni s.r.l.
Tel: +39 02.20404727
info@paroleedintorni.it


Note degli autori

Ognuno di noi in viaggio per non restare solo; verso un paese che non conosce, verso un sogno, un amore, un lavoro, una speranza. Ogni cosa che vive in viaggio verso un ricongiungimento.
Si parte sempre, comunque; si viaggia gi prima di nascere, nell’utero materno, e si continua o si ha fede di farlo anche dopo la vita, verso qualcosa di pi grande.
Il viaggio cammino di conoscenza, esperienza dellaltro, verifica nellimprevisto, coscienza delle diverse realt del mondo. Ma soprattutto sfida: alle nostre convinzioni e ai nostri pregiudizi, alla nostra capacit di adattamento e di comprensione, alle leggi precostituite, al destino e al caso.
Questo lavoro un viaggio, fisico e del cuore. Da Napoli a Londra, da Rio a Milano, da Acquapendente a Roma, certo, ma sopratutto da una sensibilit all’altra, da un pianoforte ad un quaderno, da un sorriso ad una lacrima, sempre con fiducia, curiosit, coraggio, amicizia.
Le canzoni sono nate sull’onda della sincerit, quella sincerit figlia della strada che risuona con tanta passione nell’anima e nella voce di Sal. Tutti abbiamo sentito una sola urgenza: raccontare la vita, nei suoi voli, nei suoi drammi, nelle sue attese, nei suoi riscatti.
E’ un disco di speranza, che vuole avvicinare la gente in un momento in cui tutto sembra volerla dividere. Le canzoni a volte sono come barchette di carta: anche navigando in una pozzanghera possono condurci dove nessuno ci ha mai portato.

Vincenzo Incenzo

Ci sono cantanti, ci sono interpreti e c’ chi una Voce. Cantanti e interpreti sono tanti, sono plurali. La Voce singolare. Una la Voce, gli altri sono espedienti per tirare a cantare. Sal una Voce, raro. Il bello di una Voce questo: che ci risparmia dalle ridicole analisi del testo (se sia bio-pato-psico-fisio-socio-cardiologico). Pu cantar tutto e, soprattutto, il niente da dire ma tanto tanto bello da ascoltare. Infatti, anche se canta il nulla, quel nulla tutto, tutto canto.


Pasquale Panella, da ‘Enciclopendo della Moseca’ – vedi alla voce Voce

Prezzi

Poltronissima 34,50
Poltronaona 31,00
I galleria 31,00
II galleria 26,50
III galleria 21,00

Source Article from http://www.info.roma.it/evento_dettaglio.asp?eventi=23124

Category : Eventi

Comments are closed.