domenica 10 febbraio 2019 – h.16.00: Santi Silvestro e Martino ai Monti, La Basilica e Il Titolo Equizio

Print Print

La storia della basilica comincia nel IV secolo quando papa Silvestro I riceve in donazione il terreno con alcuni edifici da un esponente della famiglia degli Equizi, da cui l’antico nome di Titulus Equitii.

Inizialmente semplice oratorio dedicato a tutti i martiri, assume nuova importanza quando nel 324 ospita un incontro preparatorio del Primo concilio di Nicea.

Nel 500, papa Simmaco amplia la chiesa e la dedicando ai santi Martino di Tours ed papa Silvestro I. In questa occasione, il livello viene sopraelevata sotterrando il precedente oratorio.

Il complesso subisce varie ristrutturazioni, Adriano I nel 772, Sergio II nel 845 ed infine assume l’attuale aspetto con i lavori eseguiti da Filippo Gagliardi nel XVII secolo.

Sotto l’altare si trovano le reliquie dei santi Artemio, Paolina e Sisinnio, traslate qui dalle Catacombe di Santa Priscilla.

L’ambiente sotterraneo che visiteremo ├Ę una grande aula rettangolare in laterizio, suddiviso in tre navate da sei pilastri. evidentemente un edificio romano databile intorno al III sec.. Probabilmente faceva parte di un complesso termale che venne successivamente adibito ad utilizzi di tipo commerciale: un mercato coperto, o probabilmente un magazzino. All’inizi del IV, viene definitivamente convertito a luogo di culto per la comunit├á cristiana.

Source Article from https://www.info.roma.it/associazione_eventi.asp?ID_evento=115

Category : Eventi

Lascia una siposta