venerd├Č 6 aprile 2012 – h.11.30: Il monte dei Cocci, L’area archeologica di Testaccio

Print Print


L'area archeologica di Testaccio

Un sito unico al mondo. Una collina artificiale alta ben 54 metri, con una circonferenza di 1 Km, resta la testimonianza del sistema di smaltimento dei frammenti di anfore (testae) olearie utilizzate tra let augustea ed il se. III d.C. I cocci furono accatastati con un sistema ordinato che ha permesso la formazione di un intero colle.

Il loro studio ci permette di comprendere meglio la natura e il sistema degli approvvigionamenti e degli scarichi delle anfore le quali ci hanno restituito importanti iscrizioni (impresse o dipinte) che ci illuminano sulle zone di provenienza del carico.

Nella nostra visita parleremo della formazione del Monte Testaccio e soprattutto vedremo di capire meglio come funzionava lapprovvigionamento dellolio a Roma. Ovviamente questo tema investe quella che poi era la caratteristica della zona nellantichit: il Testaccio nasce l dove anticamente si concentravano le attivit portuali e di immagazzinamento delle merci che risalivano il Tevere.

Recenti scavi nel quartiere stanno gettando nuova luce su una delle zona archeologicamente pi interessanti di Roma.


Source Article from http://www.info.roma.it/associazione_eventi.asp?ID_evento=80

Category : Eventi

Comments are closed.